AMBIENTE E SICUREZZA: DUE PRIORITÀ PER AC
 
AC è certificata sia ISO 14001 per l’ambiente che sulla sicurezza e la salute sul lavoro, con la 18001. L’azienda si affida al sistema di gestione integrato per la sicurezza e l’ambiente SGS ed è certificata per la parte ambientale con Accredia e per la sicurezza con l’anglosassone Ukas. La certificazione, non essendo un atto obbligatorio per legge ma volontaria, non è una mera questione di immagine, ma un impegno che l’azienda si assume per garantire un luogo di lavoro sano, sicuro e rispettoso dell’ambiente e delle persone.

ENERGIA SOSTENIBILE

Dal 2011 la AC si è dotata di un impianto fotovoltaico, scelta che ha permesso di abbattere in maniera consistente le emissioni di anidride carbonica in atmosfera e di ridurre l’utilizzo di fonti fossili inquinanti.
I pannelli solari (1.880 in totale) hanno sostituito le coperture in eternit dei capannoni della fabbrica. L’impianto FV contribuisce per circa ¼ dei consumi dell’azienda, producendo energia “pulita”. La potenza massima per pannello è di 230 Watt, mentre la potenza di picco totale dell’impianto arriva a 432,4 kW.
AC si è altresì dotata di strumenti per la misurazione dei consumi energetici in quanto soggetta agli obblighi delle aziende di grande dimensione.
Risparmio energetico, uso più razionale della carta e dell’acqua e politiche di riciclo dei materiale di scarto o dei rifiuti, sono i principali obiettivi di miglioramento dell’azienda AC, in un momento storico in cui in tutto il pianeta si parla di limitare i gas serra, responsabili dei cambiamenti climatici. 
Per quanto riguarda l’apparato di illuminazione, la AC ha sostituito le vecchie lampade a neon con illuminazione a LED, più efficiente ed ecologica. Inoltre, è in via di completamento la sostituzione dei vecchi infissi con nuove finestrature che garantiscono un miglior isolamento e di conseguenza una maggior efficienza del riscaldamento (e del condizionamento dell’aria in estate), con minori consumi energetici.

SICUREZZA E AMBIENTE

AC è classificata come impresa ad alto rischio secondo il codice ATECO, in quanto costruttore di macchine agricole.                  
Tutti i dipendenti sono dotati di Dispositivi di protezione individuale - DPI, in base a quella che è la propria attività lavorativa. Per la sicurezza individuale, inoltre, a tutti i lavoratori viene fornita una formazione d’ingresso di 12 ore, che li informa sui rischi generati dall’attività dell’impresa in generale (esempio: rischio di investimento mezzi - bici, auto, trattori). In seguito, ogni 5 anni, AC eroga i corsi d’aggiornamento di 6 ore sui rischi specifici, ossia quelli connessi direttamente alla mansione esercitata (esempio: un operaio che rischia un infortunio durante una lavorazione meccanica). 
Qualora si presentino pericoli, rischi o infortuni sul lavoro, essi sono segnalati dai lavoratori stessi attraverso un portale, tramite il quale vengono visualizzati e gestiti dal reparto sicurezza e ambiente, che prende i dovuti provvedimenti. 
Tutti gli interventi eseguiti in azienda (manutenzione ordinaria, servizio pulizia, mensa, noleggio carrelli elevatori, ecc.) da ditte esterne che lavorano in appalto sono soggetti a controllo. Gli appaltatori e i fornitori di AC devono anch’essi rispettare tutte le norme di sicurezza. Gli stessi controlli avvengono anche per i macchinari dell’azienda utilizzati da ditte esterne e per gli impianti e le attrezzature usate internamente: il datore di lavoro garantisce che essi siano in regola. 
AC, infine, conduce analisi sulle emissioni in atmosfera derivanti dalla propria attività, così come sull’impatto acustico, rispettando rigorosamente i limiti normativi di inquinamento e di rumore.

CARATTERISTICHE DELL’IMPIANTO:

Potenza di picco: 432,40 kWp
Numero pannelli: 1880
Nella seguente immagine, estrapolata dal sito a cui ci appoggiamo per tenere monitorati i dati associati all’impianto, emergono i valori che rispecchiano l’impronta ecologica del fotovoltaico, nello specifico:
 
- La produzione di energia totale dall’installazione ad oggi, espressa in kWh
- L’emissione di Anidride Carbonica totale evitata espressa in kg di CO₂
- I barili di petrolio totali risparmiati, espressi in numero di barili
- L’equivalente di alberi totali risparmiati, espressi in numero di alberi equivalenti

 

MONITORAGGIO

A supporto del monitoraggio, seguono due grafici nei quali viene indicato l’andamento delle potenze dell’impianto, mettendo a confronto il rendimento teorico e quello effettivo espressi in Kw (Grafico 1) dal quale è stata calcolata la Performance Ratio, un parametro che permette di misurare l’efficienza e la qualità dell’impianto, facendo emergere un eventuale degrado di funzionamento: indica in percentuale l’energia realmente disponibile per l’immissione in rete una volta dedotte le perdite energetiche (Grafico 2).